Approfondimenti

Taranto: la città dei due mari?

A cura di Stefania Benetti, Simone Gamba e Marco Grasso

Negli ultimi decenni, un singolare contesto politico, sociale ed economico hanno reso Taranto un caso esemplare di insostenibilità ambientale e un paesaggio urbano ricco di molteplici contraddizioni. La città jonica si è contraddistinta nella sua storia per una forte interrelazione dell’insediamento con la geografia dei luoghi e con le risorse naturali presenti: la posizione centrale nel Mediterraneo, la presenza abbondante di acque, lo stretto rapporto con l’ampio e ricco entroterra. Questa equilibrata relazione tra economia ed ecologia, paradossalmente, sembra essersi interrotta proprio con l’arrivo dirompente della modernità industriale e con il suo sogno di benessere diffuso.

Grazie alla documentazione audiovisiva, ripercorriamo in questa sezione l’evoluzione della Taranto moderna attraverso settant’anni di industrializzazione e di drammatici cambiamenti, per comprendere quali sono stati i principali fattori che hanno permesso la sua trasformazione materiale, culturale e simbolica.

I punti dell’atlante e i rispettivi sintagmi qui raccolti rimandano a fonti variegate, che vanno dai documentari del cinema d’impresa sull’insediamento dell’acciaieria Italsider / ILVA, cinegiornali e inchieste televisive, fino alle rappresentazioni offerte dai video musicali, dal cinema contemporaneo e dai social media. Sono inoltre accompagnati da riflessioni su come il paesaggio tarantino sia stato plasmato in tempi diversi e a diverse scale, attraverso un intreccio di narrazioni dominanti e contro-narrazioni, visioni ufficiali e antagoniste nella quali osserviamo crescere una consapevolezza sempre maggiore sulle tematiche ambientali e sociali.


27 Punti
Filtri
Reset
Ricerca parole

Riferimenti bibliografici

Benetti, S., Gamba, S., Grasso M., “Taranto: a flickering landscape of illusory progress, vanished hope, and invisible beauty”Landscape Research, 2023
Benetti, S., Gamba, S., “Quale turismo per il futuro di Taranto?”Annali del Turismo, Anno XI, Edizioni Geoprogress, 2022, pp. 119-132

Il nostro sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per personalizzare i contenuti e analizzare il nostro traffico. Puoi consultare la nostra Cookie Policy per maggiori dettagli e informazioni.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari:

  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec
  • cookieyes-consent
  • wordpress_gdpr_allowed_services
  • wordpress_gdpr__cookies_allowed
  • wordpress_gdpr__cookies_declined

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Questo cookie è impostato da Google. Oltre a determinati cookie standard di Google, reCAPTCHA imposta un cookie necessario (_GRECAPTCHA) quando viene eseguito allo scopo di fornire la sua analisi dei rischi per prevenire azioni di spam.

  • _GRECAPTCHA

  • Green Atlas logo

  • Green Atlas logo