Ostia (M. Bevacqua, 2019)


Ostia (M. Bevacqua, 2019)

Due compagni di classe si incontrano per caso dopo molti anni di fronte al mare, entrambi dopo una sessione di surf tra le onde del Lido di Ostia. Nasce un dialogo su amori passati e tradimenti, sulla vecchiaia, sul mantenimento di un buono stato di salute. Mentre parlano, in secondo piano e fuori fuoco, si intravedono rifiuti di plastica trascinati dalle onde del mare. Col passare del tempo la macchina da presa si sofferma sempre più insistentemente su questi elementi, con riprese in dettaglio inserite come raccordi durante il dialogo. A questo punto il senso del film appare chiaro: una metafora sull’indifferenza e sulla cecità dell’uomo, così ossessionato da sé stesso e dal suo corpo da non vedere i danni che infligge alla Terra.

Titolo: Finché c’è acqua c’è speranza
Regia: Massimo Bevacqua
Anno: 2019
Supporti: audiovisivo, digitale colore
Genere: fiction
Durata: 08:30
Soggetto conservatore: Massimo Bevacqua
Complesso archivistico: N/A

  • Green Atlas logo

  • Green Atlas logo